Da Benedetta / L'ultimo Aggiornamento 25.09.2019

In quale situazione dovresti migrare Windows 7 su SSD?

Ha sofferto molto dal disco rigido? Ad esempio, bassa velocità di marcia, usura e rottura del disco rigido. Non preoccuparti, la migrazione di Windows 7 a SSD può aiutarti.

Dopo un certo periodo di tempo, il computer diventa più lento e più lento. A volte, anche è possibile richiedere diversi minuti per avviarsi e attendere un lungo periodo di tempo per aprire programmi e file.

Per evitare questo problema, gli utenti devono sostituire il disco fisso presente con uno migliore. E non c'è modo migliore per accelerare e aggiornare un computer portatile rispetto ad un aggiornamento a un SSD.

Vantaggi di SSD su HDD

Oggi SSD diventa sempre più popolare. Rispetto all'HDD, SSD è più costoso. Tuttavia, ha molti vantaggi rispetto all'HDD.

SSD ha una velocità di lettura e scrittura più veloce rispetto all'HDD.

SSD ha meno dissipazione e zero rumore.

SSD non è facile da indossare.

SSD è più piccolo in volume e più leggero in peso, che è conveniente per gli utenti di togliere.

Con elevate richieste per la velocità veloce, la maggior parte degli utenti sceglierà di aggiornare l'attuale disco rigido a SSD. In generale, ci sono due modi per aggiornare SSD. È possibile scegliere di reinstallare Windows o di eseguire la migrazione di sistema operativo su SSD. Reinstallare i suoni di Windows veramente facile. Basta fare una nuova installazione, reinstallare le applicazioni su SSD. Tuttavia, è un lavoro che richiede tempo e in realtà non è affatto facile. Credimi, non vuoi entrare in questo problema. Quindi, è meglio aggiornare SSD migrando OS in SSD. È veloce e facile da usare.

Come spostare Windows 7 su SSD?

In sostanza, ci sono due modi per migrare Windows 7 su SSD. È possibile eseguire la migrazione di sistema operativo su SSD con lo strumento di build di Windows o con un freeware di terze parti.

Spostare Windows 7 su SSD con strumento incorporato

Windows 7 stesso è dotato di backup & ripristino funzione. È possibile creare un backup dell'immagine di sistema in SSD e quindi utilizzare lo strumento di download USB/DVD di Windows 7 per creare un'unità di avvio di Windows 7 in modo da poter avviare da SSD. Ecco i passi dettagliati di funzionamento.

Creare backup dell'immagine di sistema

Passo 1: Clicca Inizia, scegli Panello di Controllo. In Panello di Controllo, selezioni Sistema e Sicurezza. Scopri Back e Ripristino. Poi clicca “Crea un'immagini del sistema”.

Crea un'immagini del sistema

Passo 2: Scegli SSD come destinazione per salvare il backup. Clicca Avanti per procedere.

Backup su SSD

Passo 3: Ti verrà chiesto: “quali unità desideri includere nel backup?” L'unità di sistema e l'unità riservata al sistema sono inclusi per impostazione predefinita. È possibile aggiungere più unità al file di immagine o semplicemente ignorare questa parte. Clicca Avanti per continuare.

Passo 4: verifica la posizione di backup e la dimensione dell'immagine di backup. Conferma le impostazioni facendo clic su Avvia backup. Al termine, il backup dell'immagine di sistema viene salvato sullo SSD.

Confermare le impostazioni di Backup

Utilizza lo strumento di download USB/DVD di Windows 7 per creare un'unità USB avviabile di Windows 7

Passo 5: Dopo aver creato il backup dell'immagine di sistema, è necessario creare un'unità di avvio USB Windows 7. Scarica e installa Windows 7 USB/DVD Download Tool.

Passo 6: Prima di creare un'unità USB avviabile, la prima cosa da fare è individuare il file di installazione ISO di Windows 7.

Passo 7: Seleziona il tipo di supporto che si desidera creare il dispositivo di backup di Windows 7. Sceglie il dispositivo USB. Basta collegare un dispositivo USB che è almeno 4 GB.

Choose Media Type

Passo 8: Quando l'unità USB avviabile è terminata, arrestare il computer e collegare SSD. Vai al BIOS quando si avvia e cambia il tipo di avvio nell'unità USB.

Passo 9: Ecco l'interfaccia di Install Windows. Fare clic su Ripristina il computer in basso a sinistra.

Repair Your Computer

Passo 10: Clicca “Ripristini il computer utilizzando un'immagine di sistema creata in precedenza”, e poi clicca Avanti.

System Recovery Options

Passo 11: Clicca Utilizza l'ultima immagine di sistema disponibile (consigliata). Clicca Avanti per completare il processo di ripristino. Riavvia il sistema e troverete che hai migrato Windows 7 da HDD a SSD.

Select a System Image Backup

Potrebbe pensare che questo metodo sia troppo complicato e un po 'di tempo. Tuttavia, rispetto alla nuova installazione, il vantaggio di questo metodo è che non è necessario reinstallare Windows. L'installazione fresca non include il sistema operativo precedente, le applicazioni oi file di dati. Per questo motivo, in realtà, hai risparmiato molto tempo perché hai mantenuto il sistema operativo, le applicazioni oi file di dati con questo metodo.

Se pensi che questo metodo sia troppo complicato e un po 'di tempo, è sufficiente utilizzare un software di terze parti per eseguire la migrazione di sistema operativo a Windows 7 SSD senza sforzo.

Un modo più semplice per migrare Windows 7 su SSD con un software di terze parti

AOMEI Backupper Pro è un software professionale di backup del disco e del clone di sistema. It può clonare HDD su SSD Windows 7 senza reinstallare Windows. Inoltre, è molto veloce e facile da usare. È possibile clonare il sistema operativo in SSD solo con pochi clic. Vediamo come eseguire la migrazione del sistema operativo su SSD con AOMEI Backupper Pro.

Passo 1: Scarica e esegue AOMEI Backupper Pro.

Passo 2: Clicca “Clona “ tab e seleziona “Clona Sistema”.

Clona Sistema

Passo 3: Clicca SSD per selezionare l'unità SSD come disco di destinazione e fare clic su "Avanti".

Partizione di destinazione

Passo 4: Per l'ottimizzazione SSD, è possibile controllare l'opzione "Allineare partizione da ottimizzare per SSD" e quindi clicca "Clona" per avviare il processo di clonazione.

Clona

Dopo aver clonato HDD su SSD Windows 7, andare al BIOS quando si avvia e cambia il tipo di avvio in SSD. Quindi è possibile avviare da SSD.

Nota

Il disco di destinazione verrà sovrascritto dopo il clone. Pertanto, se contiene dati importanti, è necessario eseguire il backup del disco del disco di destinazione prima di applicare l'operazione.

Conclusione

Ci sono due modi in cui puoi scegliere in base alla tua preferenza se hai bisogno di migrare Windows 7 su SSD. Uno è libero ma complicato; uno è facile ma caricato.

Come software multifunzione, oltre alla possibilità di migrare Windows 7 da HDD a SSD, AOMEI Backupper Pro possiede anche altre potenti funzionalità, ad esempio dischi o partizioni di imaging. Anche supporta crittografia dei file di immagine, compressione e suddivisione. Per quanto riguarda i tre mezzi di base di backup-backup completo, incrementale e differenziale, può svolgere in modo eccellente. Oltre a Windows 7, supporta anche Windows 8/8.1/10, Windows Vista e XP.